Proprio nelle vicinanze del nostro ufficio di Sorico è situato il punto d’incontro tra due vie ciclopedonali che attraversano l’intera provincia di Sondrio: si tratta del Sentiero Valtellina e della Ciclabile Valchiavenna, che si incrociano nei pressi della Riserva Naturale del Pian di Spagna. Le due strade sono state realizzate negli ultimi anni per dare la possibilità a turisti e residenti di effettuare escursioni all’aria aperta sul fondovalle di Valtellina e Valchiavenna, costeggiando i fiumi Adda e Mera: non solo di alta montagna si vive in provincia di Sondrio.

Il Sentiero Valtellina ha un tracciato di circa 100 chilometri (esattamente 94): parte dal territorio di Colico, centro turistico dell’alto Lago di Como, e si estende fino a Grosio, antico borgo dell’alta Valtellina. Il percorso è prevalentemente pianeggiante, con alcuni tratti in salita: si passa dai 208 metri slm di Colico ai 631 metri di Grosio, per un dislivello complessivo di circa 400 metri; il livello di difficoltà è dunque basso e, considerata anche la possibilità di esplorare solo un breve tratto del sentiero, la via risulta alla portata di tutti, anche di famiglie con bambini. Lungo l’itinerario ci si imbatte nei centri storici di Morbegno, Sondrio e Tirano, tre città ricche di tradizioni che vale sicuramente la pena di visitare.

La Ciclabile Valchiavenna muove invece da Colico fino al confine con la Svizzera, nel territorio di Villa di Chiavenna. Con una lunghezza di 44,6km e un dislivello di circa 400 metri (dai 208 di Colico ai 668 del confine con la Svizzera), anche questa via è adatta a tutti gli sportivi, dai più allenati ai “ciclisti della domenica”. Il percorso costeggia le suggestive rive del Lago di Mezzola e attraversa il centro di Chiavenna, il più importante e storico insediamento della vallata del Mera.


Uno scorcio del centro storico di Chiavenna

Entrambi i tracciati costeggiano la ferrovia nelle tratte Colico-Tirano e Colico-Chiavenna: è quindi possibile raggiungere la zona anche in treno, con il diretto Milano-Colico, portando con sé la bicicletta per esplorare le due vallate alpine. Lungo questi percorsi si incontrano la bellezza di 27 agriturismi e 41 case vinicole, oltre a 4 punti di noleggio bici e 8 parchi naturali, tra cui le affascinanti cascate dell’Acquafraggia dalle parti di Chiavenna e il Parco delle Incisioni Rupestri di Grosio. Tutte le informazioni logistiche e le cartine dei percorsi sono disponibili sul portale Valtellina.it.


Il Parco delle incisioni rupestri di Grosio

Buona pedalata!